“I geni di Mozia”: il giallo del professor L. Nigro

logoMoziaParliamo de “I geni di Mozia”, del prof. Lorenzo Nigro de “La Sapienza” di Roma per i tipi de Il Vomere. E’ il secondo romanzo dell’archeologo dopo “Gerico, la rivoluzione della preistoria” nel quale trattava della più antica città del mondo, risalente a 11.500 anni fa e si può dire che sia la definitiva consacrazione in giallo del genere del “romanzo archeologico”. Esattamente situata fra l’Isola Grande e la costa occidentale della Sicilia, Mozia appartiene alla Fondazione Joseph Whitaker dal nome dell’archeologo e imprenditore inglese che la comprò ai primi del secolo. Questa famiglia anglo-siciliana di imprenditori originari del West Yorkshire ebbe un ruolo importante nel Risorgimento italiano, nell’archeologia, nell’ornitologia, nello sport e nella cultura dell’epoca.

Visualizza l’articolo completo

Comments are closed.
it_IT